Home / Mangiare e bere / Come esaltare il vino rosato
vino rosato

Come esaltare il vino rosato

La categoria dei vini rosati è con tutta probabilità la più bistrattata non solo dai consumatori, ma anche dagli stessi enologi, che troppo spesso tendono a sottovalutarla. Ed è un vero e proprio peccato che ciò avvenga, dal momento che si sta parlando di vini che non solo sono molto profumati e gradevoli, ma si dimostrano anche freschi, pur essendo oggetto di pregiudizi non giustificati. Anche se si trovano “a metà strada” tra i vini rossi e i vini bianchi, i rosati non meritano di essere considerati “né carne né pesce”, anzi. Essi risultano molto versatili a tavola, perfetti in tutte le situazioni in cui un vino rosso appare eccessivo ma, al tempo stesso, uno bianco sembra troppo poco. La temperatura da rispettare per servire un rosato è la stessa prevista per un bianco, mentre tra gli abbinamenti più consigliati ci sono quelli con i formaggi, con la carne, con il pesce, con il riso, con la pasta e con gli antipasti, fermo restando che un accostamento preciso può essere ipotizzato solo se si conoscono bene le specifiche peculiarità del vino con cui si ha a che fare.

La principale differenza tra un rosato e un bianco è che il primo è caratterizzato da un grado di acidità inferiore e, al contempo, è più morbido; rispetto al rosso, invece, è meno strutturato. In linea di massima il grado alcolico è modesto, sempre tenendo presente che ogni vino fa storia a sé. Quel che si può dire generalizzando è che i rosati sono morbidi e vantano una acidità apprezzabile, perfetta per i piatti di pasta che sono conditi con il pomodoro, che si tratti di lasagne al forno o di cannelloni ripieni. Via libera anche agli accostamenti con la pizza, a prescindere dal modo in cui essa è condita.

Per quel che riguarda le preparazioni a base di carne, devono essere preferite quelle saltate in padella e le carni bianche, senza dimenticare gli arrosti, meglio ancora se accompagnati dai funghi. Tra i formaggi, gli abbinamenti più consigliabili sono quelli con i prodotti non stagionati. I salumi, invece, si adattano senza distinzioni, e lo stesso dicasi per i legumi, per i piatti a base di cereali e per le preparazioni che contengono verdure, anche quando sono molto consistenti come nel caso degli sformati di zucchine o patate e delle parmigiane di melanzane.

Sul sito di Bibentes è possibile scoprire numerosi rosati di qualità, che attendono solo di essere scoperti e bevuti.

Check Also

mele

Ricetta delle Roselline di mele

Le roselline di mele sono dei dolcetti molto belli da vedere e allo stesso tempo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *