Home / Mangiare e bere / Dolci “fit”: cosa sono e come si preparano
Dolci “fit”: cosa sono e come si preparano

Dolci “fit”: cosa sono e come si preparano

I dolci “fit” (abbreviazione di “fitness”) sono delle preparazioni golose che vanno molto di moda ultimamente, infatti molte pagine social sono dedicate alle ricette di questi alimenti e molti bar e bakery propongono alimenti prettamente studiati per chi è a dieta o pratica attività sportiva.

Ma se scorrendo una galleria di immagini di dolci “fit” si può pensare di metter su qualche kg solo a guardarli, la realtà è un’altra. Infatti, torte, pancake, muffin, biscotti “fit” sono pensati per gli sportivi ed hanno un basso indice calorico con alta concentrazione di proteine.

Come si cucinano i dolci fit?

Ma come si cucinano questi dolci? Si possono usare degli appositi preparati reperibili in commercio, sia nei negozi fisici che online, oppure utilizzare degli accorgimenti e variare delle ricette tradizionali cercando di eliminare zuccheri e calorie varie.

Ad esempio, al posto delle uova, si possono utilizzare solo albumi o acquafaba (acqua di cottura dei ceci che se montata diventa spumosa come l’albume), si può preparare la propria ricetta preferita optando per dolcificanti naturali (come il miele o la stevia) in sostituzione dello zucchero; o ancora si può sostituire il burro con l’avocado, la colla di pesce con l’agar agar, la panna e il mascarpone con formaggi light e yogurt greco magro.

Per quanto riguarda le creme spalmabili a base di cioccolato devono essere assolutamente abolite quelle acquistabili nei supermercati, in quanto eccessivamente zuccherate. Si può utilizzare una variante fatta in casa, ottenuta frullando nocciole tostate con latte scremato o di soia, un po’ di cacao magro (o, in alternativa, cioccolato fondente) e una manciata di zucchero di canna o dolcificante. In questo modo si può ottenere una crema liscia e golosa, con il sapore che ricorda quello dell’originale, ma che si adatta alla preparazione di ricette light. Inoltre, il composto ottenuto, si può addizionare al riso soffiato o alle scaglie di cocco.

Check Also

segnaposti fai da te

Come preparare dei segnaposti personalizzati fai da te

La tavola può essere abbellita ed arricchita con segnaposti personalizzati fai da te. Di tanti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *