Home / Curiosità / Come togliere la cera dai tessuti
candele

Come togliere la cera dai tessuti

Quando ci cadono gocce di cera su un vestito o su una tovaglia, la nostra prima reazione è quella di lasciarci prendere dal panico, perché sappiamo bene che questo materiale a volte penetra nelle fibre ed in quel caso è difficilissimo da togliere. Per evitare di spargerla mentre è ancora fusa, per prima cosa deve essere fatta raffreddare. Per fortuna a questo punto ci sono alcuni sistemi per risolvere il problema. Vediamo un po’ come si fa, quindi a togliere la cera dai tessuti!

Rimuovere la cera in superficie

Il primo passaggio è quello di togliere la cera rimasta in superficie e che non è ancora penetrata nelle fibre. Questo si fa con un oggetto sottile e senza punta, come un coltello da tavola oppure un cucchiaino, per fare in modo di rimuovere le eccedenze. Se la goccia fosse grande, potete anche provvedere con un’unghia, in modo tale da poter proseguire senza peggiorare la situazione. Eliminate ogni residuo dal tessuto, e dovrebbe solo restare la parte che è già penetrata nelle fibre e che va rimossa con un altro mezzo. 

Usare la carta assorbente

Mettete il tessuto macchiato su una superficie non traspirante, come un tavolo, ad esempio, con la parte macchiata dalla cera esposta in alto. In corrispondenza della macchia, sotto, mettete un pezzetto di carta, se possibile da forno, in modo tale che la cera non passi. Sul lato esposto, invece, mettete la carta assorbente, a contatto col residuo della goccia. Prendete un ferro da stiro, e scaldatelo ad una temperatura alta, ma adatta al tipo di tessuto da pulire, ed applicatelo sulla carta in corrispondenza della macchia, per fare in modo che la cera si sciolga e passi nell’assorbente. A questo punto gran parte della cera doverebbe essere venuta via dal tessuto, e si deve passare al trattamento col sapone. 

Pulire con lo smacchiatore

Della cera iniziale dovrebbe essere rimasto poco o nulla, magari un alone. A questo punto, però il problema è del tutto simile a quello delle macchie d’olio, e si procede con uno smacchiatore per tessuti. La cera, per lo più, è a base paraffinica, quindi conviene evitare i metodi caserecci, come il succo di limone e l’aceto, perché potrebbero non funzionare, ed usare uno smacchiatore abbastanza potente. Il vantaggio delle macchie di cera rispetto a quelle di olio sta nel fatto che non si allargano molto, perché la cera fusa tende a freddare e solidificarsi rapidamente, ed in casi fortunati non penetra neanche nelle fibre. Finito il trattamento con lo smacchiatore passate al lavaggio, se il tessuto lo consente, ad alta temperatura, perché la cera si scioglie in acqua relativamente fredda, intorno ai 45°, anche se dipende dalla formulazione originale.

Check Also

ragno

I ragni velenosi più pericolosi al mondo

Erroneamente confusi ed inclusi nella categoria degli insetti. I ragni che esistono al mondo sono …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *