Home / Curiosità / Argento Sterling 925: cos’è, quanto costa e le differenze con l’argento puro
quanto vale al grammo argento sterling

Argento Sterling 925: cos’è, quanto costa e le differenze con l’argento puro

Argento Sterling 925, la composizione

L’argento Sterling 925 è una lega composta per il 92,5% da argento puro e per il 7,5% da rame.

Argento: perché si chiama Sterling?

Esistono differenti teorie sul perché si chiami Argento “Sterling”, mentre è evidente che il numero 925 che lo segue sta a indicare le parti di argento puro presente su un totale di mille parti; risultato a cui si può giungere con una semplice operazione matematica.

Sulla scelta del termine “sterling”, come dicevamo, esistono una serie di teorie differenti e suggestive.

La teoria più seguita è quella che lega il termine al penny d’argento, che veniva definito “starling” in quanto si diceva che brillasse come una stella (“star” in inglese appunto”).

Origini storiche del nome

Fu Edoardo I d’Inghilterra a coniare il termine, legando il termine “argento sterling” a tutti quegli oggetti composti dal prezioso minerale che avessero una quantità di argento puro pari al 92,5%, la stessa percentuale presente nella sterlina.

Anche all’epoca il controllo della conformità dell’argento sterling allo statuto reale fu inflessibile, soltanto gli oggetti con il 92,5% di argento puro potevano fregiarsi dell’apposito marchio reale.

Argento puro e argento sterling: il confronto

L’argento è uno dei metalli più preziosi che esistono in natura.

Questo elemento chimico, presente nella tavola degli elementi, ha un valore inestimabile per via delle sue uniche caratteristiche.

L’argento fine infatti è puro al 99.9%, arrivando fino al 99.999% nei materiali di altissima qualità.

La differenza tra argento fine e argento sterling 925 è nella quantità di argento puro che li compone: mentre il primo è composto di argento puro al 99.9%, l’argento sterling lo è solo al 92.5%.

Un’altra differenza tra le due tipologie di argento è relativa all’annerimento: l’argento sterling annerisce molto più facilmente rispetto all’argento fine.

La regola è questa: più l’argento è fine, minore è la possibilità di annerimento.

Quale tipo di argento scegliere?

L’argento puro viene usato principalmente per i gioielli.

Infatti la morbidezza del materiale non permette eccessive lavorazioni: ecco perché per gli oggetti che necessitano di una maggiore resistenza è giusto scegliere l’argento sterling.

Quest’ultimo infatti grazie alla presenza di un 7.5% di rame risulta più resistente e l’ideale per la realizzazione di piatti da portata, posate e altri oggetti della vita di tutti i giorni.

Quanto vale l’argento Sterling al grammo

A seconda della tipologia di argento varia il valore di un grammo di prodotto.

Il valore attuale (al Novembre 2021) di argento sterling 925 è di 0.47 € per grammo.

Questo sta a significare che 100 grammi di argento sterling 925 valgono attualmente 47 €.

Il valore di argento 800 invece è di 0,40 € al grammo, mentre lo argento 999 è quotato a 0,56 € per grammo.

Check Also

Materiali smart per macchinari efficienti: le meraviglie della gomma e del poliuretano

La scienza dei materiali sta facendo passi da gigante. L’evoluzione sta seguendo più direttrici: facilità …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *